Adorazione Eucaristica Dicembre 2016

Adorazione Eucaristica Dicembre 2016

 

Pregando per i Seminaristi

TU SEI PRESENTE PER CHIAMARMI

LEGGI/SCARICA IN PDF

Canto

Introduzione

Guida: Ancora una volta, rispondendo all’invito di Gesù, ci ritroviamo riuniti come i discepoli nel Cenacolo, per adorare la Sua presenza nel Sacramento dell’Eucaristia. In modo speciale in questo mese preghiamo per i nostri seminaristi, sia i più piccoli che sono a Lecce, sia per i grandi che sono a Molfetta e a Roma, sia per coloro che il Signore chiama e chiamerà dalla nostra Comunità. Con l’intercessione di Maria Regina della Chiesa e madre nostra, invochiamo il Padre affinché effonda su di noi il suo Santo Spirito:

Tutti: Vieni Santo Spirito con i tuoi santi doni, vieni e insegnaci a stare con Gesù; illumina le nostre menti ed apri i nostri cuori. Vieni e aiutaci a mettere in pratica i suoi insegnamenti. Vieni e aiutaci a comprendere il valore racchiuso nel comandamento dell’amore.

Mentre si fa l’esposizione si canta. Quindi il sacerdote introduce la preghiera.

Tutti: Gesù, nostro Maestro, noi ti adoriamo. Ti rendiamo grazie per tutti i tuoi doni. Contempliamo il tuo amore fatto pane spezzato. Tu ascolti la preghiera di ogni uomo che viene a te con semplicità e fiducia. Di fronte all’immensità del tuo amore, la nostra voce non trova parole; di fronte a Te, la nostra adorazione si fa silenzio.

Adorazione silenziosa.

1L: Dal vangelo di Giovanni (1, 17-19).

Gesù, passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, che gettavano le reti in mare. […] Disse loro:  «Seguitemi, vi farò pescatori di uomini». E subito lasciate le reti lo seguirono. Andando un poco oltre, vide sulla barca anche Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, mentre anch’essi nella barca riparavano le reti. Li chiamò. Ed essi, lasciato il loro padre Zebedèo sulla barca con i garzoni, lo seguirono.

Breve pausa di silenzio

Guida: Gesù chiamò a sé i suoi discepoli e un giorno, “dopo aver pregato, ne scelse dodici ai quali diede nome di apostoli”. Essi sono i dodici che il Signore si è scelto uno per uno e, come i Patriarchi sono i padri delle dodici tribù del popolo eletto dell’Antico Testamento, cosi i dodici Apostoli sono i capostipiti del nuovo popolo di Dio. Dice l’Apocalisse: «Le mura della città poggiano su dodici basamenti, sopra i quali sono i dodici nomi dei dodici apostoli dell’Agnello».

2L: Gesù, venuto per compiere la volontà del Padre, inaugurò il regno dei cieli sulla terra. La Chiesa è “il regno di Cristo già presente in mistero”. “Questo regno si manifesta chiaramente agli uomini nelle parole, nelle opere e nella presenza di Cristo. Accogliere la parola di Gesù significa accogliere il regno stesso di Dio”. (C.C.C.)

Riflessione del celebrante

Canto

Adorazione silenziosa

2L: Anche a noi, come ai discepoli, Gesù dice: “ E tu?  Vieni e seguimi!”. Sì, Signore, io vengo, confortato dalla certezza che Tu sarai sempre con me, presente nella tua chiesa, per perdonarmi settanta volte sette. Sì, Signore, io vengo per nutrirmi di Te pane di vita eterna. Sì, Signore, io vengo per dissetarmi alla fonte del tuo vangelo. Sì, Signore, io vengo e mi presento a Te con la “carta d’identità” dei discepoli:

Tutti: Credo in un solo dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili ed invisibili. Credo in un solo Signore, Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, e per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto Il terzo giorno è risuscitato, secondo le scritture, è salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verrà nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine. Credo nello Spirito Santo, che è il Signore e da la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti. Credo la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica. Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen. Sì, Signore, io vengo per fare la tua volontà.

Adorazione silenziosa

Guida: rivolgiamoci al Padre che ha posto Gesù Cristo come Signore della sua Chiesa e dell’universo:

3L: Preghiamo insieme e diciamo: Venga il tuo regno, Signore.

-O Signore, quando tornerai e ti siederai sul trono della tua gloria, fa’ che la Chiesa possa risplendere di luce per aver portato la tua salvezza a tutte le genti.  Preghiamo.

-O Signore, giudice giusto e misericordioso, aiuta quanti ci governano ed hanno in mano le sorti del futuro ad essere amministratori saggi e generosi, capaci di portare avanti la logica del servizio e non quella del potere. Preghiamo.

-Per chi è malato o carcerato, per tutti i fratelli che soffrono a causa della guerra, delle calamità naturali, della fame e della solitudine, perché siano raggiunti dal tuo e nostro amore. Preghiamo.

-Signore, quando tornerai sulle nubi del cielo per giudicare i tuoi figli, non ci sarà più chi ha fame e chi a sete e noi compariremo davanti a te: abbraccia nella tua misericordia i defunti e conduci anche noi nel tuo regno al posto che ci hai preparato, fin dalla fondazione del mondo. Preghiamo.

4L: Ripetiamo insieme: Signore, manda operai nella tua messe.

-Operai, o Gesù, che come te operino guardando il Padre, con il cuore pieno della contemplazione di Dio Amore, operai trasparenti di te e annunciatori vivi ed efficaci della tua parola.

-Dona ai nostri sacerdoti la gioia di rimanere nel tuo amore, la capacità di stare nella tua intimità, di fare del tuo tempio la loro casa.

-Sarà nella tua casa, luogo di ogni appuntamento con te che noi potremo trovarli, sempre, dopo ogni nostro smarrimento, accoglienza misericordiosa, fari splendenti della tua luce, focolari del tuo calore tenerissimo.

-Fa’ che, accogliendo generosamente la tua parola nelle loro anime libere da ogni compromesso, diventino per noi ripetitori fedeli e vivi del tuo messaggio di verità e di libertà.

Dona loro di contemplare la dolcezza del vivere con Te, per Te, in Te, così che sia facile per noi incontrarti in loro, nella loro parola, resa linguaggio per i “figli di Dio”, incarnata come testimonianza autentica.

Adorazione silenziosa

Tutti: Padre, fonte della gioia, Tu hai mandato il tuo Figlio, vero uomo e vero Dio a proclamare beati coloro che, nel cuore, sono poveri per Te, hanno fame e sete della tua presenza, da Te, che sei mitezza, si lasciano incontrare. Forma il cuore delle nostre comunità̀ ad ascoltare la Parola del Maestro e a testimoniarla con la gioia del Vangelo. Figlio del Dio vivente, Tu sei il vero beato. Misericordioso come il Padre hai accolto e chiamato i peccatori, hai guarito nel cuore e nel corpo chi gridava a Te. Rendi la vita dei più giovani un’esperienza viva del tuo amore perché́ “pescati” da Te possano mettersi al tuo servizio. Siano ministri della tua Chiesa, operatori di pace e di comunione, tuo fratelli e figli del Padre, collaboratori della gioia di chi crede. Spirito Santo, Amore Eterno che animi Chiesa, consola con la tua presenza chi è afflitto e piange, chi è perseguitato e soffre per la fede, chi è insultato a causa del Vangelo. Ravviva in tutti il fuoco del tuo amore. Chiedi a ciascuno risposte concrete, “sì” pronti e disponibili, testimonianze coraggiose ed evangeliche di bene. Maria, Madre della gioia, beata perché́ hai creduto, prega per noi e accompagna la comunità̀ del Seminario a rispondere con gioia al Cristo tuo Figlio benedetto nei secoli dei secoli. Amen.

Cel: O Padre, che in Cristo, Re dell’universo, ci hai riconciliati a te, dona a noi il tuo Spirito perché ti serviamo nella libertà dei Figli di Dio, ora e sempre. Per Cristo nostro Signore.

Padre nostro…

Benedizione Eucaristica e canto finale.

Condividi questo post