Verso “Il Sinodo dei Giovani”, se ne parla nella quarta Assemblea diocesana

Verso “Il Sinodo dei Giovani”, se ne parla nella quarta Assemblea diocesana

 Domani pomeriggio, presso il Cine-Teatro dei Salesiani, operatori pastorali e giovani porranno le basi verso l’assise indetta e voluta dall’Arcivescovo di Lecce, Domenico Umberto D’Ambrosio

 

Lecce, 24 settembre 2013

La Chiesa di Lecce dà il via ad uno speciale percorso che mette le giovani generazioni al centro della riflessione e dell’azione pastorale: il Sinodo dei Giovani. Indetta dall’arcivescovo metropolita, Domenico Umberto D’Ambrosio, l’assise – come spiegato nella sua lettera pastorale “Attraversare la porta” – sarà un luogo “dove finalmente le loro voci, le loro attese, le loro istanze e la loro incerta o assente fede possano trovare lo spazio opportuno per l’ascolto, il confronto, l’approfondimento, le proposte”. “Abbiamo da porre forte e preoccupata attenzione – scriveva d’Ambrosio alla diocesi – sulla trasmissione no prescription online pharmacy della fede alle nuove generazioni e sull’attuale condizione della fede nei giovani”.

Dopo diversi incontri preparatori, l’arcivescovo ha voluto che il Sinodo dei Giovani fosse il tema della prossima Assemblea diocesana, che si svolgerà domani  25 settembre 2013, nel Cine-Teatro dei Salesiani di Lecce, dalle ore 16:30 alle ore 19.

Operatori pastorali e giovani, insieme, condivideranno diversi spunti di riflessione. Previste le parole dell’arcivescovo e cinque testimonianze sul mondo del lavoro, il dramma della disoccupazione, l’impegno nella Chiesa, la lontananza dalla fede, la vita di coppia.

“Seguire il Signore è sempre un rischio, un’avventura – spiegano dal comitato organizzatore dell’Assemblea, guidato dal delegato arcivescovile ad omnia, Mons. Pierino Liquori – Ma ancora una volta, come Chiesa, non vogliamo stancarci di narrare ‘la vita buona del Vangelo’ e camminare insieme per tracciare ‘già ora e già qui’ strade percorribili che raggiungano ogni uomo e tutto l’uomo, scommettendo sui giovani, che non sono solo il futuro, ma possono essere un presente vivo, che faccia cadere ogni contraddizione dell’oggi e apra alla ricerca autentica di verità”.

“Ora è il tempo favorevole – proseguono i delegati -, ora è il tempo di un rinnovato impegno da parte di tutti, giovani e adulti, laici e consacrati, fedeli e lontani, a trasformare l’avvicendarsi delle stagioni dell’uomo in una storia di salvezza”.

Condividi questo post