L’ALA DI RISERVA, messa laica per don Tonino Bello

L’ALA DI RISERVA, messa laica per don Tonino Bello

Lunedì 28 ottobre alle ore 20:30, Michele Lobaccaro con Fabrizio Piepoli, Alessandro Pipino e Rocco Capri Chiumarulo ci allieteranno con “L’ALA DI RISERVA, messa laica per don Tonino Bello”, presso il teatro Paisiello a Lecce.

Si chiude così il ciclo d’incontri “LA FORZA DELLA PACE NEL DIALOGO TRA LE FEDI” promosso dall’Ufficio per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della diocesi di Lecce, l’associazione di volontariato “Orientaventi” onlus, l’Associazione “don Tonino Bello” di Lecce e la Fondazione “don Tonino Bello” di Alessano (Lecce) mossi dal ricordo delle opere del vescovo nostro conterraneo a vent’anni dalla sua morte.

Nei promotori, soggiace l’idea condivisa che la Pace si costruisce nel dialogo e che non è possibile prescindere da esso in nessun caso. Un dialogo capace di generare non uniformità, ma accoglienza creatrice e vera di se stessi (e delle proprie contraddizioni) e dell’altro con cui ci si relaziona ogni giorno.

Don Tonino Bello, vescovo di Molfetta e presidente di Pax Christi ha rappresentato nel suo essere e il suo fare, una testimonianza del dialogo chiaro ed efficace, faro per credenti e non credenti che sono sulla sentiero che costruisce la Pace.

Michele Lobaccaro ha ripreso alcuni testi di don Tonino musicandoli non solo con l’attenzione musicale che gli è propria, ma con un affetto che lascia trasparire i messaggi del Vescovo Tonino Bello come uomo che ha vissuto la fede appassionata attraverso il servizio agli uomini, specialmente i più poveri.

Durante la performance, al brano “Donna di frontiera” si accompagnerà la danza coreografata da Anna D’Antona: un motivo in più per partecipare lunedì prossimo ad un momento d’arte di particolare sensibilità.

Un'ala di riserva

Un’ala di riserva

 

Scarica la locandina

Condividi questo post