articolo ripreso da portalecce

La diocesi di Lecce pregherà per la “Salvaguardia del creato” con un incontro ecumenico, martedì 28 settembre, presso il Monastero dei Santi Francesco e Chiara di via Adriatica in Lecce.

 

 

 

Orienterà la preghiera il tema della XVI Giornata per la salvaguardia di quest'anno: "Camminare in una vita nuova" (Rm 6,4), etica della vita ed etica sociale, abitando la stagione della transizione.

L'incontro ecumenico riunirà tutti nel nome del Padre Creatore che è una comunità di amore, del Figlio Redentore che concilia tutto il creato e dello Spirito Santo che ispira e rinnova nuova vita. Sarà guidato dal Metropolita ortodosso d'Italia, Policarpo Stavropoulos, dall'arcivescovo di Lecce Michele Seccia e dalla Pastora della Chiesa Pentecostale (Cevi), Giusi Santacesaria.

La creazione è nata dalle mani di Dio e siamo parte della rete delicata e complessa della vita, preziosa perché creata, sostenuta e redenta da Dio. Gli incontri di questo periodo dell'anno, dedicati alla custodia del creato, sono interconnessi con la prossima 49.ma Settimana Sociale, che si terrà a Taranto dal 24 al 26 ottobre prossimi sul tema "Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro e futuro".

All'incontro di martedì prossimo collaborano gli Uffici diocesani per l'ecumenismo e per la pastorale sociale e del lavoro, l'Azione cattolica diocesana e la Comunità monastica delle Sorelle Povere di Santa Chiara.

Papa Francesco ci invita ad "assumere un atteggiamento rispettoso e responsabile verso il Creato". La preghiera individuale, in famiglia, in comunità e con i fratelli delle altre confessioni cristiane, ci educa a questo atteggiamento che garantisce prospettive di speranza alle generazioni del futuro.