articolo ripreso da portalecce

Sono lieto di rivolgere i miei più sinceri auguri a Portalecce: il nostro quotidiano online oggi compie tre anni. In questi 36 mesi, il portale dell’arcidiocesi è cresciuto giorno dopo giorno ed ha imparato a navigare con equilibrio, sapienza e professionalità sulle ali del web, fornendo una comunicazione reale nel mondo virtuale.

 

 

 

Portalecce è stato tra i regali più graditi che la diocesi mi ha fatto l’8 settembre di tre anni fa in occasione del mio anniversario di ordinazione episcopale e, più precisamente, nel primo celebrato qui a Lecce e sono grato a tutti coloro che hanno reso possibile questo capolavoro della comunicazione diocesana che ci viene invidiato da tante Chiese locali.

Portalecce.it è non solo la voce della diocesi, ma sta diventando nel tempo uno strumento efficace che consente di immettere nella rete la luce del Vangelo e consente a tante persone di venire a contatto con la Parola che salva. Un veicolo di pastorale secondo la visione di Papa Francesco che ha sempre incoraggiato la Chiesa in uscita permanente utilizzando anche ciò che il progresso umano mette a disposizione dello sviluppo integrale della persona. In mezzo a tante occasioni di conoscenza, approfondimento e divulgazione di notizie, il portale dell’informazione della diocesi offre chiavi di lettura secondo verità sulle vicende di questo mondo, sforzandosi di dare una prospettiva di fede ai diversi accadimenti.

Soprattutto in tempo di pandemia, Portalecce è stato un segno forte dell’impegno missionario ed evangelizzatore della diocesi. Sia il vescovo, sia i sacerdoti hanno ampiamente utilizzato questo strumento per entrare in ogni casa e far risuonare la voce di Cristo. Portalecce grazie alla web radio e la web tv e alle tante collaborazioni con i media locali ha prodotto frutti davvero insperati e abbondanti.

Vorrei pertanto ringraziare il direttore Vincenzo Paticchio per il solerte impegno e diuturno lavoro che garantisce serietà e professionalità alla testata online, ma con lui, vorrei anche esprimere gratitudine e apprezzamento per i tanti collaboratori volontari che, per la causa del Vangelo, si spendono al fine di rendere sempre più attraente questo meraviglioso strumento comunicativo.

Sono contento anche perché nei prossimi giorni, per la precisione il 22 settembre, all’alba del suo quarto anno di vita, nella Facoltà di Scienze della comunicazione sociale presso la Pontificia Università Salesiana, un nostro giovane sacerdote studente, don Emanuele Tramacere, vero appassionato di Portalecce, discuterà una tesi di baccellierato (titolo preparatorio alla Licenza in “Comunicazione sociale, media digitali e cultura. Indirizzo Comunicazione pastorale”) dal titolo “L’informazione religiosa al digitale. Il Content Management System per la Chiesa di Lecce”. La tesi presenta e indaga proprio i primi tre anni di Portalecce, dalla fase progettuale fino ai giorni nostri: segno evidente della crescita e dell’apprezzamento generale di cui gode e dei margini di crescita che l’attendono.

Il mio compito è ora quello di sostenerne i passi, indicarne gli ulteriori obiettivi e profondere ogni energia affinché questo portale divenga anche economicamente sostenibile e la voce della Chiesa di Lecce possa risuonare nelle agorà pubbliche, dando voce a chi spesso si sente ignorato o emarginato. A tale scopo, mi fa molto piacere vedere come esso dia ampio spazio alle attività diocesane, ma anche alle piccole o grandi iniziative parrocchiali, mostrando la vitalità di una Chiesa che non si ferma dinanzi alle difficoltà, ma che guarda con fiducia e speranza al domani.

I sacerdoti, i parroci e gli operatori pastorali che stentano ancora a coglierne la necessità, in tempi in cui non è facile raggiungere tutti - specie i lontani - attraverso l’annuncio e la predicazione tradizionali, possano presto “convertirsi” alle frontiere della rete e, con il necessario discernimento, scoprire nelle comunità talenti e vocazioni alla comunicazione che possano offrire il loro contributo all’evangelizzazione anche attraverso il nostro giornale online.

Auguri a noi, di vero cuore, Portalecce! Il Vescovo - che festeggia nel giorno del tuo compleanno l’anniversario del proprio servizio episcopale nella Chiesa e per la Chiesa - ti benedice e ringrazia per il lavoro che svolgi: anch’esso è parte integrante del suo ministero di successore degli Apostoli! Ora, guarda avanti con rinnovata fiducia e porta la luce della fede nelle strade della comunicazione digitale!