articolo ripreso da portalecce
Una serata indimenticabile quella vissuta ieri in un duomo gremito di spettatori - ma nel rispetto delle disposizioni anticontagio - con il concerto “Laus tibi Domine” eseguito dall’orchestra d’archi del laboratorio di musica da camera del Conservatorio “T. Schipa” dedicato all’arcivescovo Michele Seccia in occasione del suo settantesimo compleanno.

“È un giorno importante per noi del Conservatorio - ha detto all’inizio dell’evento trasmesso in diretta da Portalecce e Telesalento (GUARDA) il direttore dell’istituzione musicale salentina, il prof. Giuseppe Spedicati - e siamo felici di dedicarlo al compleanno dell’arcivescovo: è la prima uscita dopo un lungo periodo di stop alle nostre produzioni per le note vicende legate all’emergenza sanitaria. È un bel segnale di fiducia e di speranza, ma soprattutto di augurio per il nostro pastore e per tutti noi”. “Serata eccezionale - ha aggiunto l’arcivescovo al termine della sontuosa esibizione - della quale non posso che essere grato al presidente del Conservatorio Biagio Marzo e al direttore Spedicati. La musica provoca emozioni ma in me stimola anche la memoria delle diverse tappe e delle scelte della vita: tante melodie riconducibili a momenti diversi della vita hanno fatto da colonna sonora ai miei passi di ragazzo, di prete e di vescovo. Non sono un musicista ma mi è sempre piaciuto cantare e ascoltare musica: grazie di vero cuore”. L’orchestra, composta da docenti allievi del Conservatorio, ha eseguito brani di Galuppi, Vivaldi, Verdi, Paganini, Borne e Mozart. Solisti: Fabio Moschettini, Gabriele Campeggio, Alessia Rausa, Monica Altamura, Valentina Schedan, Maria Teresa Licci e Arianna Picci. Violini: Francesco Sabato, Marcello Baldassarre, Isabella Benone, Eleonora Bruno, Mario Filippo Calvelli, Gabriele Campeggio, Carla De Fabrizio, Naida Ingrosso, Anna Laura Leone, Fabiana Marasco, Francesco Monteanni, Andrea Parisi, Alessia Rausa, Irene Rizzo, Chiara Sticchi, Flavia Vantaggiato. Viole: Fernando Toma, Ennio Colucci, Nicola Scalcione, Michela Caloro, Hou Fangting. Violoncelli: Rosa Andriulli, Tiziana Di Giuseppe, Monica Altamura, Maria Teresa Licci, Gaia Rizzo. Contrabbassi: Leonardo Presicci, Cristian Rollo. Racconto per immagini di Arturo Caprioli.