articolo ripreso da portalecce

Domani è il Venerdì Santo, giorno in cui si commemora la passione e della morte del Signore in cui la Chiesa celebra l’azione liturgica venerando nel silenzio e nella preghiera la croce santa.

 

 

 

Alle 9 su Portalecce, Telesalento e Telerama (regia di don Andrea Gelardo) l’arcivescovo di Lecce, Michele Seccia presiederà l’Ufficio delle letture e le Lodi mattutine (SCARICA PER SEGUIRE) con la partecipazione dei canonici del Capitolo cattedrale e i sacerdoti della parrocchia.

Il collegamento per la celebrazione in memoria della passione del Signore (SCARICA PER SEGUIRE) dalla cattedrale di Lecce in diretta (regia di Tonio Rollo) sulla pagina Fb di Portalecce e su Telesalento (ch 73), partirà alle 18.30 con lo stesso arcivescovo di Lecce che presidierà l’azione liturgica in passione Domini senza però il tradizionale bacio della croce ma con la semplice adorazione da lontano nel rispetto delle disposizioni anti-contagio.

Così commenta Padre Luca Fallica le letture del Venerdì Santo: “L’evangelista Giovanni narra in modo insuperabile, mostrando come Gesù abbia gridato la sua vittoria proprio al cuore del suo fallimento. «È compiuto». Così grida Gesù morendo. Il grido della morte è già il grido della vita. È il grido di un neonato, perché nasce una creatura nuova. Proprio là dove la morte sembrerebbe annientare tutto, tutto invece si compie. Questo grido è come un’esplosione di gioia, di pienezza di vita, di luce, ma nel cuore delle tenebre. Ecco che le tenebre non sono più tenebre, perché la luce del compimento le rischiara.”  

A seguire in serata l’appuntamento finale è alle 21.30 (su Portalecce e Telesalento) in diretta dalla parrocchia Sant’Antonio Abate in Carmiano un momento di riflessione e contemplazione su “Le ultime parole di Gesù in croce” guidato dal parroco don Riccardo Calabrese.