articolo ripreso da portalecce

Quaresima: tempo per rinnovare fede, speranza e carità. Con queste parole Papa Francesco ha voluto iniziare il suo messaggio per la Quaresima di quest’anno 2021.

 

 

Fede, speranza, carità. Certamente la più grande delle tre virtù è la carità ma è la speranza quella che prende per mano le altre due, le anima e permette loro di entrare nel cuore degli uomini.

Ma è la Parola seminata nei nostri cuori che sola ha la forza di generare in noi le tre virtù teologali. Parola ascoltata, Parola creduta, Parola vissuta.

In queste coordinate vanno a collocarsi le diverse proposte che attraverso Portalecce raggiungeranno le nostre comunità e le nostre case. Piccoli sussidi che vanno a collocarsi o, solo talvolta, a supportare le tante iniziative offerte dai parroci e dai consigli pastorali alle nostre comunità parrocchiali. Lectio, Via Crucis, schede per la preghiera in famiglia (QUI IL SUSSIDIO COMPLETO), celebrazione di feste e momenti particolari. È questo il senso dell’hastag #PORTAQUARESIMA che accompagnerà la Chiesa diocesana alla Settimana Santa e alla Pasqua facendo entrare in tutte le case la Parola e la preghiera.

In ogni proposta, infatti, al centro di tutto c’è sempre la Parola: solo dall’ascolto attento e disponibile scaturisce l’incontro sinergico di fede speranza e carità.

Un incontro che dona qualità teologale alla vita di ciascuno di noi e di ciascuna delle nostre famiglie che veramente possono diventare “casa del pane”, Betlemme. E oggi il mondo, il nostro piccolo mondo ha fame di pane, non di quello surgelato, nemmeno di quello ben confezionato dai famosi marchi dell’industria alimentare, ma del pane fatto in casa, in famiglia… fame di famiglia. Di quella famiglia che potremmo rappresentare con la forma unica, irripetibile “te nu piezzu te pane fattu a casa”. Non comprato al supermercato…ma veramente fatto in casa…come una volta….

Terra, grano, fatica, attesa, acqua, sole, sudore, farina, lievito, forno… attesa… il pane buono... pane spezzato, condiviso.

È la vita delle nostre famiglie dove la Parola si fa pane, il pane si fa comunione e si rinnova il miracolo eucaristico. Le due mense, quella domestica e quella eucaristica, tornano ad incontrarsi perché si rinnova la presenza del Dio con noi che sempre dona la speranza.

(CLICCA QUI per la preghiera in famiglia del Mercoledì delle Ceneri)

*vicario episcopale per la pastorale organica