articolo ripreso da portalecce

Una veglia guidata dall'arcivescovo fatta di preghiera, di ascolto e di silenzio. Un incontro intimo anche se molto partecipato quello che si è svolto in serata nella chiesa madre di Monteroni intorno alla Parola e all'Eucarestia e a don Alessio Seconi che domani sarà ordinato sacerdote.

 

 

SECONI DECLA

 

Un momento per pregare: don Alessio con la comunità di Monteroni dove ha offerto generosamente il proprio servizio diaconale al fianco di don Giuseppe Spedicato. Un momento per prendere gli impegni della vita sacerdotale: don Alessio davanti all'arcivescovo, all'assemblea e ad alcuni testimoni scelti da lui, ha manifestato pubblicamente la propria professione di fede e ha pronunciato la declaratio con la quale si è impegnato di essere da domani presbitero in obbedienza al vangelo e alla Chiesa.

Profonda e intensa la riflessione (CLICCA QUI ) di mons. Mauro Carlino durante la veglia: consigli fraterni a don Alessio prendendo spunto dalle parole di consacrazione durante la celebrazione eucaristica e che da domani saranno preghiera e rendimento di grazie quotidiani per il nuovo sacerdote.

Al termine la benedizione eucaristica e le parole di speranza dell'arcivescovo Michele Seccia: pregate per lui che per la nostra Chiesa di Lecce è un autentico segno di speranza.