articolo ripreso da portalecce

Sono giorni di Natale che la Chiesa di Lecce vive con trepidazione per una nuova attesa. Martedì 5 gennaio, infatti, in cattedrale alle 18 (diretta tv su Portalecce e Telerama) l’arcivescovo Michele Seccia ordinerà presbitero il diacono don Alessio Seconi.

 

 

 

Un nuovo dono, dunque, per la comunità diocesana: un giovane sacerdote che, pur non essendo leccese di origini, da subito si è inserito nel cammino della Chiesa locale. E che da qualche mese - dopo un breve passaggio da Santa Rosa in Lecce - svolge il suo ministero diaconale nella parrocchia matrice di Monteroni di Lecce, coadiuvando nell’azione pastorale l’arciprete don Giuseppe Spedicato.

Ed è proprio lì, nella chiesa dedicata all’Assunta del comune a due passi dal capoluogo che domani sera, 4 gennaio, sarà presente l’arcivescovo per vivere in preghiera, insieme alla comunità parrocchiale, l’immediata vigilia dell’ordinazione presbiterale di don Alessio.

Alle 18 mons. Seccia presiederà l’eucarestia e alle 19 guiderà la Veglia di preghiera (CLICCA QUI ) durante la quale don Alessio davanti al pastore, ad alcuni testimoni e all’assemblea pronuncerà la sua professione di fede e la declaratio, l’atto formale con cui egli, apponendo anche la propria firma, si impegnerà a vivere il suo sacerdozio in fedeltà al vangelo e al magistero della Chiesa.

Nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia il presbiterio e le comunità diocesana e parrocchiale saranno, dunque, vicine con l’affetto e con la preghiera per sostenere il nuovo operaio nella “Vigna del Signore”.