Arcivescovo webmaster 0 2020-07-09

articolo ripreso da portalecce

Fervono i preparativi per la sfilata della collezione Dior Cruise 2021. Lo show fashion si terrà mercoledì 22 luglio in Piazza Duomo a Lecce.

 

 

Tutti i dettagli operativi sono stati presentati stamattina nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nell’Open Space di Palazzo Carafa, tenuta dal sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, e dall’arcivescovo di Lecce, mons. Michele Seccia.

“Fuori da ogni retorica, si tratta davvero di uno straordinario evento e di un’eccezionale opportunità per la Città di Lecce, per il Salento e per la Puglia intera - ha affermato il sindaco Salvemini. La macchina organizzativa della Dior è a pieno ritmo da mesi, in stretta sinergia con la Curia e il Comune, ma anche con le autorità sanitarie regionali e le forze dell’ordine. Con questa sorta di comunicazione pubblica alla cittadinanza - ha annunciato il sindaco - oggi informiamo tutti gli addetti ai lavori e gli appassionati del settore fashion che Dior è l’unica casa di moda che, al momento, ha confermato una sua sfilata in questi tempi di emergenza e che, ovviamente, tutto si dovrà svolgere nel pieno rispetto delle misure di sicurezza, comprese le norme per il contrasto della diffusione del Covid19. La sfilata in Piazza Duomo del 22 luglio si svolgerà quindi rigorosamente a porte chiuse, con la sola presenza delle maestranze necessarie per la manifestazione, molte delle quali sono maestranze locali, e dei giornalisti della stampa specialistica internazionale, accreditati direttamente dalla maison francese”.

Il pubblico potrà assistere virtualmente alla sfilata attraverso la diretta streaming sul (SITO ).

Lo show - che avrà una durata stimata di circa 25 minuti - avrà inizio alle 20,45 e sarà trasmesso anche sui canali social Dior in tutto il mondo. Non solo Instagram, Facebook, Twitter, Youtube, ma anche i canali social asiatici quali Weibo, Wechat, Little red book, Tencent, Douyin, per un totale di oltre 60 milioni di follower. Per la promozione della collezione Cruise sulle riviste di tutto il mondo e online, accanto alla sfilata, nel corso dei prossimi 20 giorni, Dior realizzerà una serie di servizi fotografici in diverse ambientazioni della città, legando l’alta moda internazionale alle meraviglie del barocco leccese.

“Un evento del genere poteva svolgersi ovunque nel mondo - ha concluso il sindaco Carlo Salvemini. La scelta di Lecce è per noi motivo di grande orgoglio, i cui meriti devono essere riconosciuti alla direttrice creativa della Dior, Maria Grazia Chiuri, salentina d’origine. Inoltre, questa scelta rappresenta un’opportunità concreta per il rilancio del comparto manifatturiero italiano e della nostra regione, con tutto il suo apprezzato patrimonio artigianale, di tradizioni e saperi”.

Bellezza e fragilità, sacro e profano, globale e locale: sono questi gli elementi dello show, che è stato annunciato nei giorni scorsi da Parigi con una conferenza stampa digitale davanti a 600 giornalisti da ogni parte del mondo. I merletti al tombolo delle creazioni Dior incontreranno a Lecce l’eleganza dei decori barocchi scolpiti nella pietra dorata e il fascino dei ricami colorati delle luminarie tipiche delle feste patronali.

“Tengo a ribadire quanto più volte ripetuto nelle ultime settimane. Come guida spirituale di questa comunità sono ben lieto di poter accogliere l’evento Dior - ha sottolineato l’arcivescovo di Lecce, mons. Michele Seccia. Non sono mai stato appassionato di moda, nonostante una sorella di mia madre era una sarta di fine bravura, esperta nel confezionare abiti da sposa, ma ho coltivato fin dalla mia giovinezza un grande amore per la bellezza come via che aiuta a scoprire le meraviglie della creazione e per l’arte come espressione profonda dell’opera e dello spirito dell’uomo che rende gloria a Dio. Piazza Duomo, cuore della vita diocesana, la sera del 22 luglio sarà protagonista così come gli abiti, la musica, gli effetti speciali. Il mondo intero potrà ammirare l’incantevole scenario barocco che, ancora una volta sarà ambasciatore della bellezza della nostra città per milioni di persone. È un segno di speranza per questa terra, un piccolo contributo, anche da parte della Chiesa locale che mette a disposizione la piazza più bella di Lecce per essere strumento di promozione turistica. Mi scuso fin d’ora per i disagi che la preparazione dell’evento comporterà per i cittadini, per i fedeli e per i visitatori ai quali, nonostante i lavori per l’allestimento, da domani e fino a fine luglio verrà garantito l’accesso al Duomo per la preghiera e per la visita turistica: piccoli sacrifici per raggiungere auspicati risultati per il bene di tutti”.

L’allestimento di Piazza Duomo prenderà il via venerdì 10 luglio. Sarò garantito il regolare accesso, eccezion fatta per alcune ore nei giorni del 20, 21 e 22 luglio, le giornate delle prove generali e dello spettacolo vero e proprio. Dal 10 al 19 luglio il lavoro di allestimento scenico si svolgerà dalle 5,30 alle 14,30, dalle 17 alle 19 e dalle 20 a mezzanotte. Il 21 e 22 luglio, giorni rispettivamente delle prove generali e della sfilata, la piazza sarà chiusa a partire dalle 16. In questi giorni di chiusura sarà comunque garantito l’accesso dei fedeli per le celebrazioni religiose.

Foto di Emanuele Tramacere