articolo ripreso da portalecce

Presentato ieri mattina in episcopio a Lecce il videoclip "Teniamoci per voce" CLICCA QUI , un messaggio di augurio e speranza nel tempo del distanziamento sociale.

 

 

Il Progetto “#TeniamociperVoce” della Just4Jesus - con il patrocinio della diocesi di Lecce - nasce nell’aprile del 2020 nel difficile periodo di quarantena, a seguito dell’emergenza sanitaria per Covid-19, che ha obbligato i cittadini di tutto il mondo a cambiare le proprie abitudini di vita per proteggere la salute e il bene comune.

Un periodo che ci ha fortemente provato, su tutti i livelli, sanitario, sociale, economico, psicologico, spirituale ed umano, minando la centralità della persona, compromettendo di fatto la relazione: il sostentamento primario alla vita che si conferma essere l’incontro l’altro.

Proprio per questo motivo la Just4Jesus - Percorsi Corali di Promozione alla Vita, che ha sempre centrato la sua attività sulla relazione attraverso la coralità, ha voluto confermarsi nel suo intento e nella sua vocazione missionaria, riprogrammando soluzioni di incontro e riflessione, anche se a distanza, per amplificare la cura verso i bisogni emotivi

dell’essere umano.

Alla conferenza stampa di presentazione del videoclip, montato da Mauro Colella, hanno preso parte l'arcivescovo di Lecce, Michele Seccia, il vicepresidente dell'Associazione Cuori e Mani aperte onlus Franco Russo e il direttore artistico della Just4Jesus Tyna Maria.

L'incontro moderato da Marco Renna nel salone del Palazzo del vescovo di Piazza Duomo ha visto la partecipazione di numerosi giornalisti ed esponenti dell'associazionismo salentino, insieme al direttore della Caritas don Nicola Macculi.

IL VIDEOCLIP

Il videoclip è composto da scene di vita sociale ad alto impatto emotivo. Una sintesi delle scene e delle voci.

- Un bambino parla con la nonna in videochiamata e si commuove per le parole che la nonna gli dice. Le due età della vita più fragili e uno dei legami affettivi più intimi, che in questo periodo mantengono la loro relazione a distanza, tenendosi per voce.

- Sacerdote (don Gianni Mattia) che celebra la messa a distanza. La Chiesa è stata chiamata per la prima volta a rapportarsi a distanza con i propri fedeli, obbligata a veicolare messaggi di luce “entrando nelle case di ogni famiglia”.

Relazione trascendente con Dio, voce di Dio.  Il sacerdote svolge la sua vocazione d’amore verso il prossimo. Chiama in videochiamata una delle vite fragili che accompagna nella vita (la piccola Zahira) e nel dialogo con lei, amplifica il messaggio evangelico di solidarietà e amore

- Messaggi di voci del mondo: storie di vita a cui abbiamo voluto dar voce, inserendole nel contesto musicale con la propria voce ed il proprio messaggio di speranza emerso durante un delicato momento di riflessione sulla vita.

- Spaccato della vita quotidiana in questi mesi, con immagini di relazioni a distanza e gesti d’Amore, veicolati attraverso l’impegno nella relazione con i propri affetti e soprattutto nel proprio lavoro.

- Il videoclip si porta a conclusione con i protagonisti iniziali che, sentendo limitante il filtro digitale, terminano le loro chiamate a distanza per corrersi incontro.