articolo ripreso da portalecce

“Il sale della terra”, rubrica radiotelevisiva di Portalecce, oggi alle 18 Carla Petrachi parlerà di musica sacra, dell’importanza della musica nella liturgia e del carisma del cantore.

 

 

Carla Petrachi è laureata in Pianoforte e in Jazz presso il Conservatorio "T. Schipa" di Lecce, laureata anche in Conservazione dei beni musicali all'Università di Lecce e diplomata in Musica liturgica presso la Pontificia università lateranense di Roma. Pianista e cantante in diverse formazioni musicali e teatrali, svolge attività concertistica in Italia e all'estero. È docente di pianoforte presso il conservatorio di Lecce.

Ha ricevuto il premio "Salento donna 2015" per "l'impegno nel mondo della musica, portando il Salento nel mondo" e il premio "Vigna d'argento" Squinzano città della musica nel 2017.

La puntata vuole porre delle riflessioni sul ruolo della musica nella liturgia. Oggi è fondamentale rendersi conto dell’importanza del canto di lode nella liturgia in quanto aiuta i fedeli a vivere pienamente la celebrazione. La missione del cantore è di condurre l’assemblea alla preghiera attraverso il canto, la sua funzione è quella di aiutare a vivere un momento di presenza di Dio, per aprirsi a Lui nella lode, nella conoscenza di se stessi e nella speranza, facendo di una pluralità di individui una unità di persone che pregano.

San Paolo nella lettera agli Efesini dice che un’arma con cui possiamo attaccare gli spiriti del male che ci fanno soffrire che creano invidia, gelosia, rancori, giudizi che ci mettono nel peccato è la Parola di Dio. 

Essa è un’arma che distrugge i pensieri cattivi e i propositi di peccato e il canto liturgico è preso dalla Parola di Dio. Il cantore, se è testimone della forza della Parola, attraverso il canto diventa un araldo della comunità.     

Appuntamento alle 18 sulla pagina fb e sul sito di Portalecce.

 

WhatsApp Image 2020 06 19 at 22.31.57