articolo ripreso da portalecce

L'arcivescovo aderisce alla proposta della Conferenza episcopale italiana e domani si recherà al cimitero di Lecce per pregare per le vittime del Covid-19 e per tutti quei defunti di questi giorni che nopn sono stati portati in chiesa per via del fermo delle celebrazioni liturgiche pubbliche.

 

 

Alle 11 di domani 27 marzo giungerà all'ingresso monumentale del camposanto e reciterà un’orazione di suffragio per tutti i fratelli defunti della nostra diocesi e dell’Italia intera. “Vi chiedo - ha detto Seccia in un messaggio -, non potendo avervi accanto fisicamente, di essermi vicino nella comunione dello Spirito e di rendere ancora più significativo questo gesto attraverso il suono delle campane a lutto in tutte le chiese della diocesi.

“Insieme - ha concluso - innalziamo lo sguardo al Crocifisso e invochiamo la speranza consolante della Risurrezione”.

Sarà cura dei parroci avvertire i fedeli che potranno collegarsi in diretta con l'arcivescovo e pregare con lui attraverso la pagina Fb di Portalecce.