articolo ripreso da portalecce

Questa sera in cattedrale mons. Domenico D’Ambrosio, vescovo emerito di Lecce, celebrerà alle 19.00 l’eucarestia in occasione del suo trentesimo anniversario di ordinazione episcopale e vivrà un momento di convivialità con il clero leccese.

 

Mons. Domenico Umberto D'Ambrosio  dal 29 settembre 2017 vescovo emerito di Lecce. Notato per le sue eccezionali doti comunicative, viene eletto vescovo di Termoli-Larino il 14 dicembre 1989, ricevendo la consacrazione episcopale il 6 gennaio 1990 dalle mani di Papa Giovanni Paolo II. È stato eletto il 27 maggio 1999 arcivescovo dell’arcidiocesi metropolitana di Foggia-Bovino, dove per quattro anni presterà il servizio episcopale. Dal 24 agosto 2002 all'8 marzo 2003 come arcivescovo metropolita di Foggia-Bovino è anche amministratore apostolico sede vacante  dell'arcidiocesi di Manfredonia-Vieste, sede suffraganea. Per volontà di Giovanni Paolo II l’8 marzo 2003 mons. D’Ambrosio è stato trasferito presso l’arcidiocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovani Rotondo e nell’occasione ha ricevuto la nomina a delegato della Santa Sede per il santuario e le opere di Padre Pio di Pietrelcina. Eletto 16 aprile 2009  alla sede metropolitana di Lecce  come successore di mons. Cosmo Francesco Ruppi, il 29 giugno dello stesso anno ha ricevuto il pallio da Papa Benedetto XVI nella basilica San Pietro e il successivo 4 luglio prende possesso della cattedra leccese. È uno dei pochi arcivescovi italiani ad aver compiuto un cursus honorum nteramente pastorale, senza aver mai lavorato in campo diplomatico o aver condotto studi universitari. Il suo ministero episcopale è caratterizzato dall’'attenzione al sociale, invitando a un ritorno alla sobrietà nelle manifestazioni religiose. Emblematico risulta l'appello dell'agosto 2010, durante l'omelia della festa dei santi patroni di Lecce, cui sono seguite l'anno successivo dichiarazioni altrettanto chiare rivolte in particolare allo sperpero delle risorse pubbliche. A dicembre 2013 l'arcidiocesi di Lecce si fa garante presso un istituto di credito per un programma di microcredito  rivolto a giovani inoccupati e disoccupati. Il 29 settembre 2017 Papa Francesco accoglie la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi di Lecce per raggiunti limiti d'età.