Arcivescovo webmaster 0 2019-12-02

articolo ripreso da portalecce

 “Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro? Si, o Signore tu lo sai che ti amo. Pasci le mie pecorelle…” (Gv 21,15ss).

Chissà quante volte nel corso di questi due anni del suo ministero episcopale in mezzo a noi ha risentito queste parole, rivolte da Gesù a Pietro, indirizzate dal Maestro proprio a lei… e chissà quante volte ha dato la sua risposta affermativa “si, o Signore…” rinnovando la sua disponibilità a prendersi cura del suo gregge con entusiasmo e gioia nonostante le difficoltà, le amarezze, le incomprensioni che, se presenti nella vita di ogni persona, lo sono ancora di più nella vita di un pastore.

Grati per tutto questo, eccellenza, noi tutti come presbiterio della Chiesa di Lecce, affidata dalla Provvidenza alla sua guida e alla sua cura, vogliamo rivolgerle gli auguri più sinceri e più veri in occasione del 2° anniversario dell’inizio del suo ministero episcopale nella nostra diocesi. Auguri non formali, ma scaturiti dal cuore per il suo esempio di pastore sempre attento ad ogni persona, sempre disponibile, soprattutto per noi presbiteri, al dialogo cercato con tutti nonostante tutto.

Guardare a lei, alle sue giornate piene di impegni, vissute non trascurando mai i poveri che bussano numerosi alla sua porta e avendo come centro la celebrazione dell’eucaristia da cui scaturisce grazia e forza, non può non esserci di stimolo e di incoraggiamento per vivere con gioia il nostro ministero.

Auguri e grazie eccellenza, per essere continuamente “collaboratore della nostra gioia”. Il dono più bello che le possiamo offrire per questo giorno è la nostra preghiera al Signore per lei per un lungo e fecondo ministero in mezzo a noi.

*Vicario episcopale per il clero