articolo ripreso da portalecce

Domani sera alle 19 l’arcivescovo Michele Seccia incontrerà presso la parrocchia San Filippo Smaldone di Lecce le giovani coppie di fidanzati, in un momento proposto dall’Ufficio diocesano per la pastorale della famiglia e della vita all'interno del programma annuale  (LEGGI ARTICOLO).

Un appuntamento che si colloca nel vasto programma del cammino diocesano “Insieme a tavola. Dalla mensa eucaristica alla mensa domestica”, avviato lo scorso 6 novembre in occasione dell’anniversario della Dedicazione della Cattedrale di Lecce.

“Una delle espressioni più alte dell’amore - afferma Simona Greco, direttrice del Consultorio diocesano “La Famiglia” commentando l'iniziativa - è l’incontro tra due persone che scelgono di condividere la loro vita insieme, pronti ad affrontare le sfide che la vita riserverà loro, a godere la bellezza propria di una relazione intima e a crescere accogliendo l’altro nelle sue fragilità. Due creature che nella loro unicità vogliono dare vita ad un progetto più grande di loro stessi: essere famiglia”.

“Nella misura in cui - ha concluso la dott.ssa Greco - impareranno a comunicare se stessi all’altro, la propria diversità, il proprio universo interiore, tutto da scoprire giorno per giorno, senza paure e pregiudizi, avranno la possibilità di superare qualsiasi difficoltà esistenziale. È fondamentale, pertanto, allenarsi ad un’intimità che coinvolga corpo e mente, ma è ancora più pregnante e consolidante un’unione fondata sulla condivisione delle propria fede. Per questo ritengo importante che il vescovo incontri le coppie di fidanzati e le sproni ad approfondire la propria chiamata all’unità”.