articolo ripreso da portalecce

"Camminare e raccontare..." è la missione iniziata sei anni fa da John Mpaliza, ingegnere informatico di 47 anni, cittadino italiano originario della Repubblica democratica del Congo. Più conosciuto come PeaceWalking Man.

Per far conoscere la situazione del Paese in cui è nato e la violazione dei diritti umani in Congo, ha lasciato il suo posto da programmatore presso il comune e la sua casa di Reggio Emilia, intraprendendo una serie di cammini su e giù per l’Italia e l’Europa per incontrare quante più persone possibili e cercare di smuovere le istituzioni.

In questi giorni, John, camminatore per la pace, si trova nel Salento, per incontrare studenti, giovani, gente comune e istituzioni. E tra i vari appuntamenti uno lo ha riservato alla Chiesa di Lecce.

L’incontro con lui, organizzato dal Centro missionario diocesano in collaborazione con i Laici Comboniani, si svolgerà lunedì prossimo 2 dicembre alle 19,15 nella chiesa di Santa Elisabetta in Lecce, tra Porta Rudiae e Piazza Duomo.

In una recente intervista John ha dichiarato: "Mi piace pensare che cammino per portare un messaggio di pace a tutte le persone che incontro lungo la mia strada, per spiegare loro che, nonostante tutto il marcio, le guerre, le carestie, le ingiustizie che ogni giorno viviamo o conosciamo, il mondo non è condannato. Sono convinto che proprio grazie alla ricerca della Pace, su possa arrivare ad un mondo caratterizzato da una maggiore giustizia sociale!".