articolo ripreso da portalecce

Le Sorgenti, il Centro di spiritualità della Comunità Emmanuel, è ormai diventato la sede del "buen retiro" del presbiterio della Chiesa di Lecce.

Ieri mattina i nostri sacerdoti si sono dati convegno intorno all’arcivescovo, per vivere insieme un momento di ascolto e di riflessione all'inizio del nuovo anno pastorale.

Dopo la recita dell'Ora terza, mons. Seccia ha introdotto i lavori con una relazione nella quale ha sottolineato la necessità sacramentale, per ogni sacerdote, del vivere nella comunione presbiterale la propria identità e il proprio impegno pastorale, qualunque esso sia.

E il programma che tutti insieme saremo chiamati a porre in essere ha come centro e luogo teologico la mensa. La mensa della famiglia e la mensa dell’eucarestia in un meraviglioso scambio che fa diventare l'una l'anima e la sostanza dell'altra.

Mons. Antonio Montinaro, economo diocesano, dopo aver presentato alcuni dati riguardo l'utilizzo dei fondi dell'otto per mille che annualmente la Cei stabilisce e invia alla nostra diocesi, ha richiamato la necessità di vivere la corresponsabilità nella partecipazione attiva alla vita e alle necessità economiche della nostra Chiesa locale.

Don Damiano Madaro, dopo aver dato ufficialità ad alcuni cambiamenti alla guida degli Uffici pastorali della Curia diocesana, ha presentato le date di alcuni momenti che ci vedranno impegnati come Chiesa di Lecce. La celebrazione del XXV anniversario della visita di San Giovanni Paolo II alla nostra diocesi, il 22 ottobre prossimo alle 19, nella chiesa cattedrale. La solenne eucarestia verrà presieduta dal card. Salvatore De Giorgi.

La solennità della Dedicazione della Chiesa Cattedrale, il prossimo 6 Novembre, alle ore 19. Momento bello è stato infine il pranzo consumato tutti insieme.