articolo ripreso da portalecce

Ore 4,30 a m. Ventimiglia. La grande carovana lascia l'Italia. Sul piazzale della stazione sembra pieno giorno. Ferve l'attività di tutti i volontari addetti ai tanti servizi: dalla spazzatura, al rifornimento di acqua, dalla custodia degli spazi alla presenza attenta e solerte accanto ai fratelli barellati.

Frenetici alla ricerca di un caffè italiano prima di entrare in territorio francese…  e prima di andare oltralpe uno sguardo a quanto vissuto nel giorno appena trascorso: la conoscenza dei compagni di viaggio che subito diventano fratelli; la condivisione dei pasti preparati dalla cucina presente sul treno; la condivisione della mensa eucaristica celebrata nella cappella adeguatamente allestita in una carrozza e che diventa mensa comune con la distribuzione dell’eucarestia a tutti i pellegrini e  trova continuità nella esposizione del Santissimo Sacramento proposto all'adorazione personale per tutta la notte.

In tardissima mattinata arriveremo a Lourdes dove ad accoglierci troveremo il pastore, l’arcivescovo Michele Seccia che stamattina è partito da Bari con un altro gruppo di pellegrini.