IV Centenario della morte di San Bernardino Realino

IV Centenario della morte di San Bernardino Realino

L’Arcivescovo D’Ambrosio scriverà presto a Papa Francesco per chiedere un Messaggio speciale alla Città e alla Chiesa di Lecce nel IV Centenario della morte di San Bernardino Realino.

copertina marafioti1Si è svolta nella giornata di ieri, a Lecce, presso l’Istituto di salute e medicina spirituale “Le Sorgenti”, la presentazione in anteprima del volume “San Bernardino Realino. Profilo spirituale” – Edizioni Emmanuel – Collana “Testimoni”.
La pubblicazione della biografia del Santo “leccese” che per quarantadue anni è stato “padre spirituale e protettore della città”, è stata la prima delle iniziative dell’Anno Bernardiniano inaugurato pochi giorni fa per celebrare i 400 anni della morte di San Bernardino Realino, avvenuta a Lecce il 2 luglio 1616.

L’Arcivescovo di Lecce Domenico D’Ambrosio – nell’introdurre l’incontro e prima di lasciare la parola all’Autore, Padre Domenico Marafioti, sacerdote gesuita come San Bernardino e fratello di Padre Mario, fondatore della Comunità Emmanuel – ha voluto ribadire l’importanza della figura di San Bernardino per la nostra città e ha auspicato che questo anniversario, a 4 secoli dalla morte (per la cui programmazione nei prossimi giorni sarà ufficializzato un Comitato organizzativo nel quale confluiranno, insieme con la Diocesi di Lecce, anche il Comune, la Provincia e l’Università), sia l’occasione per riscoprirne l’umanità, la santità e il valore storico per il nostro territorio.

D’Ambrosio ha inoltre annunciato che presto scriverà a Papa Francesco (gesuita come San Bernardino Realino) per chiedere un Messaggio speciale per la Città e la Chiesa di Lecce e l’invio di un Legato che lo rappresenti ufficialmente durante le celebrazioni conclusive dell’Anno Bernardiniano.

L’Arcivescovo ha poi passato la parola a Padre Domenico Marafioti che ha parlato del libro spiegando che le motivazioni che lo hanno spinto a scrivere la biografia del Santo sono da ricercarsi soprattutto nella necessità di dar merito a una figura che a Lecce in pochi conoscono e che invece ha impresso alla società dell’epoca una spinta religiosa e sociale notevoli, i cui frutti ancora oggi sono ben visibili. Marafioti ha raccontato in breve la vicenda terrena di San Bernardino sottolineandone a più riprese quella “leccesità” acquisita in 42 anni di vita in città di cui il Santo gesuita era geloso e andava fiero.

Lecce, 15 gennaio 2016

———————————————-

Padre Domenico Marafioti è nato a San Procopio, in provincia di Reggio Calabria, nel 1945. È entrato tra i Gesuiti nel 1964 ed è sacerdote dal 1964. È laureato in Lettere e ha conseguito il Dottorato in Teologia Dogmatica presso la Pontificia Facoltà dell’Italia Meridionale – Sez. San Luigi di Napoli dove ancora oggi insegna e ricopre il ruolo di Preside.

È autore di numerose pubblicazioni e articoli di carattere patristico, teologico e spirituale.
Si allegano le foto della copertina del Volume e della conferenza stampa.

Condividi questo post