GRAZIE AL PRESTITO DELLA SPERANZA A SQUINZANO APRE “REHABILITA”

GRAZIE AL PRESTITO DELLA SPERANZA A SQUINZANO APRE “REHABILITA”

Lunedì 31 ottobre alle 17 l’Arcivescovo inaugura in Via Santa Lucia 7  il nuovo Centro di fisioterapia e riabilitazione della giovane Stefania Serra

 

Un altro segno di concreto di carità e di speranza a favore dei giovani e dell’occupazione giovanile arriva ancora una volta dalla Chiesa di Lecce.

stefania-serraLunedì 31 ottobre alle 17, l’Arcivescovo mons. Domenico D’Ambrosio inaugurerà e benedirà una nuova attività imprenditoriale che vede la luce grazie al “Prestito della Speranza”, lo strumento finanziario della Caritas Italiana a sostegno delle aziende e delle famiglie, attivo anche a Lecce grazie all’impegno e all’attività della Caritas diocesana.

L’appuntamento è a Squinzano in Via Santa Lucia, 7 dove aprirà al pubblico “Rehabilita”, il nuovo Centro di fisioterapia e riabilitazione polivalente della dott. Stefania Serra (26 anni, di Squinzano) che ha ottenuto dal “Prestito della Speranza” un contributo di 25mila euro.

La dott.ssa Serra si è laureata e abilitata nel dicembre 2011 presso l’Università degli Studi di Bari. Esercita da alcuni come posturologa Mézières. È cresciuta all’ombra della parrocchia Santa Maria delle Grazie in Squinzano, dove frequenta la Gioventù Francescana fin dall’età di 11 anni.

Lo studio offrirà i seguenti servizi: Tecarterapia, Ultrasuonoterapia, Elettroterapia, Laserterapia, Riabilitazione ortopedica, Terapia Manuale, Bendaggio funzionale, Massoterapia, Riabilitazione neurologica, Riabilitazione respiratoria, Ginnastica posturale e Riabilitazione domiciliare.

Il Prestito della Speranza è una misura di Caritas Italiana che ha costituito un fondo di garanzia a sostegno di imprese di nuova costituzione e in sofferenza, prive di garanzie economico-finanziarie. La diocesi di Lecce si pone quindi come garante nei confronti dell’istituto erogatore. Prevede concessioni fino a 25mila euro con possibilità di restituzione fino a 6 anni, grazie ad una convenzione specifica tra il Gruppo Intesa-San Paolo e Caritas Italiana.

 

Questi i contributi erogati ad oggi nella diocesi di Lecce:

– 25.000€ per il nuovo Studio di Fisioterapia della dr.ssa Stefania Serra a Squinzano di prossima inaugurazione;

– 25.000€ per l’acquisto di un terreno per l’azienda agricola, a conduzione familiare, di Salvatore Perrone a Torchiarolo (inaugurato il 20 Giugno u.s.);

– 15.000€ per Marco Catalano e Valentina Ferilli di Lequile, come sostegno all’attività “Sfizi e Sapori” già avviata a Lecce attraverso il Microcredito Sant’Oronzo;

– 25.000€ per Cooperativa Khàrisma, a sostegno all’azienda di cine-produzione con sede in Squinzano.

Totale erogato ad oggi (da Dicembre 2015): 90.000€

Richieste attualmente in istruttoria:

– 25.000€ per A. T., a sostegno del Bazar “Piazza Affari” sito in Torchiarolo;

– 25.000€ per D.M. E., a sostegno dell’avvio di un ristorante a Castiglione d’Otranto;

– 25.000€ per R. M., a sostegno dell’avvio di un pub a Lecce;

– 25.000€ per S. A., a sostegno dell’avvio di un centro convenzionato ASL a S. Pietro V.co;

– 5.000€ per A. J., a sostegno dell’attività di mercante ambulante;

– 5.000€ per M. M., a sostegno dell’attività di mercante ambulante.

In totale il “Prestito della Speranza” attraverso la Caritas diocesana dal gennaio 2009 ad oggi ha sostenuto 133 casi tra famiglie in difficolta e aziende erogando un totale di 849.400,00€ (fonte Caritas di Lecce).

ARCIDIOCESI DI LECCE

UFFICIO STAMPA

vincenzo paticchio

3382680900

UFFICIOSTAMPA@DIOCESILECCE.ORG

Nella diocesi di Lecce questo strumento si affianca al “Microcredito Sant’Oronzo” che finanzia nuove imprese giovanili. Solo con questo strumento destinato ai giovani fino a 35 anni sono state avviate 7 attività con un’erogazione complessiva 90.000€ attraverso la proficua collaborazione con Banca Popolare Pugliese e Rotary Club Lecce.

GESTI CONCRETI DEL “MICROCREDITO SANT’ORONZO” (Convenzione con la BPP del 16.12.2013)

Misura attiva da Febbraio 2014

– “EG186 – Onlus” (Cooperativa Sociale “multiservizi” di tipo B che si avvale di lavoratori svantaggiati: immigrati, ex-detenuti, ex-tossicodipendenti, ragazze-madri, ecc…), Via Basento, 2 – Vernole (LE).

Tre soci costituenti e vari collaboratori. Contributo ottenuto: 15mila€. Inaugurato il 15 Ottobre 2014

– “PIT STOP” (piadineria, paninoteca, gastronomia da asporto), Via Roma, 20 – Monteroni (LE).

Due soci costituenti e due collaboratori. Contributo ottenuto: 15mila€. Inaugurato il 13 Gennaio 2015.

– “SFIZI & SAPORI” – Alimentari, Via Otranto n.33, Lecce. Società di persone (giovane coppia di Lequile che lavora nel locale). Contributo ottenuto: 15mila€. Inaugurato il 22 Settembre 2015.

– “DACCI UN TAGLIO” (hair beauty – salone per signora), Via Dei Palumbo, Lecce. Ditta individuale. Contributo ottenuto: 10mila€. Inaugurato il 22 Settembre 2015.

– “NINFA” centro estetico, Via Nicola Indennitate snc, Arnesano (LE). Ditta individuale. Contributo ottenuto: 10mla€. Inaugurato il 10 Marzo 2016.

– “MO.VE.”, trucco e parrucco per signora, Monteroni (LE). Società di persone. Due soci costituenti lavoratrici. Contributo ottenuto: 15mila€. Inaugurato il 10 Marzo 2016.

– MICHELE LONGO, studio di brokeraggio assicurativo, Via Kennedy n.52, Torchiarolo (BR). Ditta individuale. Contributo ottenuto: 10mila€. Inaugurato il 20 Giugno 2016. Totale erogato: 90mila€

Questi Gesti Concreti sono censiti dalla Segreteria Nazionale del Progetto Policoro presso la CEI.

Al di là del numero finale delle attività realmente avviate attraverso il “il Prestito della Speranza” e il “Microcredito Sant’Oronzo”, va sottolineato che tanti giovani possono trovare presso gli uffici della Curia di Lecce la possibilità di essere ascoltati, di confrontarsi, di rileggere la propria vita e di “correggere il tiro” sulla proposta imprenditoriale che talvolta si fonda sul “sentito dire” o su una conoscenza normativa e fiscale poco approfondita, il che non pone le basi per una migliore gestione del proprio lavoro, anche da punto di vista etico. Attraverso l’affiancamento degli operatori Caritas e del Progetto Policoro è possibile operare scelte maggiormente pertinenti all’attività che si intende svolgere o avviare, per fondare la propria impresa su basi solide per il futuro.

 

 

Condividi questo post