Adorazione Eucaristica – Aprile 2014

Adorazione Eucaristica – Aprile 2014

SCARICA PDF ADORAZIONE EUCARISTICA – APRILE 2014

Generare alla vita di Fede

Introduzione

G.: Ci stiamo avvicinando alla fine del cammino quaresimale che ci porterà a vivere la Pasqua di Cristo: in esso rivivremo il nascere a vita nuova frutto del dono totale del Figlio al Padre.
Generare alla vita di fede è una chiamata per tutti i battezzati ma in questo tempo di preghiera vogliamo soffermarci su come una persona consacrata può vivere questo compito. In questo mese la nostra preghiera è per i consacrati laici, che vivono la loro vita nella semplicità di una quotidianità fatta di incontri e scambi nei posti più diversi.

Canto di esposizione

 

G. Invocare Dio come Padre significa riconoscere nel suo amore la sorgente della vita. Dio continua a mostrarsi Padre che genera alla vita di fede, per mezzo di uomini e donne disponibili a vivere senza riserve il servizio dei fratelli.

T. Rafforza e custodisci la nostra fede in Te o Padre.


G. Invocare Dio con Figlio significa riconoscere nel suo amore la gratuità della vita donata fino alla croce.

T. Rafforza e custodisci la nostra fede in Te o Figlio

G. Invocare Dio come Spirito significa riconoscere nel suo amore la forza della vita generata e donata per inviarla “sino agli estremi confini del mondo”. T. Rafforza e custodisci la nostra fede in Te o Spirito Santo

 

PRIMO MOMENTO

Custodi del disegno della creazione:

consacrati per il servizio a Dio e ai fratelli.

 

C.: Dal Vangelo di Marco (3,13–15)

“Salì poi sul monte, chiamò a sé quelli che egli volle ed essi andarono da lui. Ne costituì dodici che stessero con lui ed anche per mandarli a predicare e perché avessero il potere di scacciare i demoni”.

 

Pausa di riflessione e adorazione

 

G.: Il tempo è propizio, la missione è urgente e la salvezza è qui presente; la missione dei discepoli è di annunciare la presenza certa e misteriosa del Regno. Il lavoro è di Dio ma Lui ha le nostre mani, la nostra voce, il nostro cuore, i nostri piedi.

 

L1 Dalla lettera di Paolo ai Colossesi (3,1-4)

Se dunque siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo, seduto alla destra di Dio; rivolgete il pensiero alle cose di lassù, non a quelle della terra. Voi infatti siete morti e la vostra vita è nascosta con Cristo in Dio! Quando Cristo, vostra vita, sarà manifestato, allora anche voi apparirete con lui nella gloria.

 G.: Preghiamo fra solista e assemblea

L2: Noi crediamo che Dio ci ha scelti prima della creazione del mondo, per essere santi ed immacolati al suo cospetto.

Tutti: Noi crediamo che ci ha scelti fin dal seno materno, ci ha chiamati con la sua grazia e si è compiaciuto di rivelare a noi suo Figlio, perché lo annunziassimo.

L2: Noi crediamo che Egli ci ha salvati e ci ha chiamati con una vocazione santa, non in base alle nostre opere, ma in base alla sua grazia che ci è stata data in Cristo Gesù fin dalla eternità.

Tutti: Noi crediamo, considerando la nostra chiamata, che Dio ha scelto ciò che nel mondo è stolto per confondere i sapienti.

L2: Noi crediamo che Dio ha scelto ciò che nel mondo è ignobile e disprezzato e ciò che è nulla per ridurre a nulla tutte le cose che sono, affinchè la nostra fede non fosse fondata sulla sapienza umana, ma sulla potenza di Dio.

Tutti: Noi crediamo di doverci comportare in maniera degna della vocazione che abbiamo ricevuto, con tutta umiltà, mansuetudine e pazienza, cercando di crescere in ogni cosa verso di Lui.

L2: Noi crediamo che Cristo Gesù ci ha stimati degni di fiducia chiamandoci al suo servizio.

Tutti: Noi crediamo che Colui che ha iniziato in noi questa opera buona, la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù, perché Chi ci ha chiamati è fedele.

 

Canto

 

SECONDO MOMENTO. Il Signore al centro della nostra vita

C.: Dal Vangelo di Matteo (4,1– 4)

Allora Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto per essere tentato dal diavolo. E dopo avere digiunato quaranta giorni e quaranta notti, ebbe fame. Il tentatore allora gli si accostò e gli disse : “Se sei Figlio di Dio, dì che questi sassi diventino pane”. Ma egli rispose: “Sta scritto : Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio”.

Pausa di riflessione e adorazione

 

L3 Gesù infatti, dopo avere ricevuto l’“investitura“come Messia-“Unto” di Spirito Santo- al Battesimo nel Giordano, fu condotto dallo stesso Spirito nel deserto per essere tentato dal diavolo. Al momento di iniziare il suo ministero pubblico, Gesù dovette smascherare e respingere le false immagini di Messia che il tentatore gli proponeva. Ma queste tentazioni sono anche false immagini dell’uomo, che in ogni tempo insidiano la coscienza, travestendosi da proposte convenienti ed efficaci, addirittura buone. (BenedettoXVI-17\02\2013)

 

Canto

 

Salmo 145 (a due cori)

Grande è il Signore e degno di ogni lode,

la sua grandezza non si può misurare.

Una generazione narra all’altra le tue opere,

annunzia le tue meraviglie.

 

Proclamano lo splendore della tua gloria

e raccontano i tuoi prodigi.

 

 

Dicono la stupenda tua potenza

e parlano della tua grandezza.

 

Diffondono il ricordo della tua bontà immensa,

acclamano la tua giustizia.

 

Paziente e misericordioso è il Signore,

lento all’ira e ricco di grazia.

 

Buono è il Signore verso tutti, l

a sua tenerezza si espande su tutte le creature.

 

Ti lodino, Signore, tutte le tue opere

e ti benedicano i tuoi fedeli.

 

Dicano la gloria del tuo regno
e parlino della tua potenza,

per manifestare agli uomini i tuoi prodigi

e la splendida gloria del tuo regno.

 

Giusto è il Signore in tutte le sue vie,

santo in tutte le sue opere.

 

Il Signore è vicino a quanti lo invocano,

a quanti lo cercano con cuore sincero.

 

Appaga il desiderio di quelli che lo temono,

ascolta il loro grido e li salva.

 

Canti la mia bocca la lode del Signore

e ogni vivente benedica il suo nome santo,
in eterno e sempre.

 

L4 Dal discorso del papa Francesco (2 febbraio 2014)

I consacrati “sono uomini e donne che possono svegliare il mondo. La vita consacrata è profezia. Dio ci chiede di uscire dal nido che ci contiene ed essere inviati nelle frontiere del mondo, evitando la tentazione di addomesticarle. Questo è il modo più concreto di imitare il Signore”…Questa giornata per i consacrati rappresenta anche una tappa speciale nel cammino di preparazione al 2015, che per la Chiesa sarà un anno dedicato alla vita consacrata… “L’asse principale sul quale ruota l’identità e la vita dei consacrati è la spiritualità di comunione”.

Silenzio

Conclusione

 

G.: Diciamo insieme: Venga il tuo Regno Signore


– O Padre, tu che conosci le necessità di questo nostro tempo, fa che siamo uomini e donne disponibili a seguirti nelle varie strade per realizzare il Regno di pace atteso da ogni uomo. Preghiamo

– Signore, nostro Maestro che hai voluto donare tutto te stesso per riconciliare l’uomo e il creato con il suo creatore suscita uomini e donne capaci di seguirti con la propria vita. Preghiamo

– Spirito Santo, animatore di ogni chiamata, aiuta i consacrati scaldando i loro cuori, purificando le loro menti affinchè tanti giovani possano seguire il loro esempio e testimoniare con amore il dono ricevuto.

 

Preghiamo

Maria, Madre della Chiesa, sii modello di ogni uomo e donna perché seguendo te vivano con fedeltà la loro vocazione.

 

Padre nostro

Benedizione eucaristica e canto finale

 style=”background-color: #ff9900;”>SCARICA PDF ADORAZIONE EUCARISTICA – APRILE 2014

Condividi questo post